La ricetta delle Frappe di Carnevale

by Giorgia

Le Frappe sono uno dei dolci tipici di Carnevale, e vi dirò una cosa che vi farà un sacco piacere: sono anche facili da preparare a casa !!!

Questo tipico dolce di Carnevale viene chiamato in molti modi: chiacchiere, crostoli, bugie, sfrappole, cenci, galani, e la storia narra che la ricetta risale fino ai secoli del Rinascimento. Nel corso degli anni la ricetta delle Frappe ha subito influenze diverse ed è stata modificata in base al territorio. 

Probabilmente nel caso delle Frappe rinascimentali, la loro sopravvivenza è dovuta al fatto che è una ricetta semplice, ma ben identificabile nel panorama delle frittelle dolci, in quanto esempio (quasi) unico di una base tirata a sfoglia. E nonostante il passare degli anni, la ricetta delle Frappe rimane ancora oggi una delle più buone tradizioni carnevalesche da tramandare di generazione in generazione. ( Leggi la storia delle Frappe )

La ricetta delle Frappe di Carnevale

Difficoltà: Bassa

Preparazione: 60 minuti

Cottura: 30 minuti

Dosi per: 50 pezzi circa

Ingredienti per circa 50 Frappe

500 g di Farina 00

70 g di Zucchero

50 g di Burro morbido a temperatura ambiente

50 ml Marsala ( o Grappa, Passito o vino bianco ) 

3 Uova

1 bustina di Lievito in polvere per dolci

1 Baccello di vaniglia 

1 pizzico di Sale fino

Olio di semi di Arachide q.b.

Zucchero a velo q.b.

Come preparare le Frappe

Versate in una capiente ciotola o nella planetaria la farina setacciata col lievito, lo zucchero e la vaniglia. Fate una piccolo buco al centro ed unite il burro molto morbido a pezzetti, le uova, il sale ed il liquore. Impastate fino ad avere un impasto liscio e ben amalgamato. Coprite l’impasto con pellicola alimentare per non farlo seccare e fate riposare per almeno 30 minuti, massimo 1 ora a temperatura ambiente.

Prelevate poco impasto per volta, tenendo il rimanente sempre coperto da pellicola alimentare. Appiattite leggermente una prima porzione con il palmo della mano, infarinatela e stendetela con la macchina da tirare la pasta impostato sullo spessore più largo. Ripiegate verso il centro i lati corti della striscia di pasta ottenuta, dopodiché tiratela nuovamente impostando ogni volta la macchina per tirare la pasta su uno spessore sempre minore, fino a raggiungere i 2 mm.

Con la rotella taglia pasta ricavate tanti rettangoli di circa 12 cm per 5 cm. Fate un piccolo taglio centrale ( o due dipende dalle usanze ). Eseguite lo stesso procedimento su tutte le porzioni di impasto. Nel frattempo portate l’olio alla temperatura di 170°-176°C. E’ importante non superare questa temperatura.

Non appena l’olio ha raggiunto la giusta temperatura immergetevi 2-3 rettangoli di sfoglia con l’aiuto di una schiumarola e fateli cuocere rigirandoli su ambo i lati fino a che non raggiungono la doratura. La cottura è veloce, serviranno pochi secondi per lato. Scolatele su vassoio coperto da carta assorbente.

Quando le Frappe saranno fredde, spolverate con zucchero a velo e saranno pronte per essere divorate 😉

Conservare le Frappe

Le Frappe si conservano per 2-3 giorni in sacchetto di carta o in un contenitore ermetico.

Varianti delle Frappe

Esistono diverse varianti della ricetta delle Frappe, ad esempio la sostituzione del Marsala con altri liquori quali la Grappa, il Rum, il Brandy, o il Passito. Molti amano aggiungere all’impasto la scorza di limone grattugiata, inoltre vengono poi date forme diverse dalle classiche: romboidale, quadrata, la striscia annodata, o altre forme particolari.

( Immagini di Adobe Stock )

Potrebbe interessarvi La ricetta delle crescentine modenesi o tigelle.

You may also like

Leave a Comment

IT. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di più sui cookie e su come modificare le impostazioni, consultare la Cookie Policy. EN. We use cookies to improve our website and shopping experience. To learn more about cookies and how to change settings, please consult the Cookie Policy. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy