Vita in America: di Carte di Credito e Credit Score

by Giorgia

Credit Score.

Se sei in procinto di trasferirti in Usa per un breve periodo o magari tutta la vita, allora ti consiglio di tenere a mente queste due parole. Perché? Cos’è il Credit Score?

Il Credit Score è un numero basato su un’analisi statistica dei file di credito di una persona, che in teoria rappresenta l’affidabilità creditizia di tale persona.

In parole povere, il Credit Score è il punteggio che viene assegnato alla persona in base a come paga i conti, e per conti intendo non solo quelli con la carta di credito, ma le bollette, i prestiti etc etc. In pratica se sei puntuale a pagare i conti guadagni punti, d’altro canto se sei sempre in ritardo coi pagamenti, li perdi.

Devi sapere che quando una persona si trasferisce in America in pianta stabile, gli viene assegnato un Credit Score di base che parte da 500 punti più o meno e se si pagano i conti in tempo, questo punteggio sale.

Ma perché è così importante il Credit Score?

E’ importante avere un buon punteggio e pagare in tempo, perché come ti spiegai in questo post Quanto costa la vita in America ? Quello che c’è da sapere prima di trasferirsi, all’inizio dovrai affrontare un sacco di spese, come l’acquisto dell’automobile o che ne so l’arredamento della casa nuova.

I punteggi di credito sono utilizzati dagli istituti di credito, comprese le banche che erogano mutui, società di carte di credito e persino concessionari di automobili che finanziano acquisti di auto, per decidere se offrire o meno il credito (come una carta di credito o un prestito ) e quali sono le condizioni dell’offerta, come il tasso di interesse o l’acconto.

Esistono diversi tipi di punteggi di credito. I punteggi FICO® e i punteggi di VantageScore sono due dei tipi più comuni di punteggi di credito, ma esistono anche punteggi specifici del settore. 

Ma perché è così importante il Credit Score?

Che cos’è il punteggio FICO®?

Uno dei più noti tipi di punteggio di credito sono FICO®, creato dalla Fair Isaac Corporation.I punteggi FICO® sono utilizzati da molti istituti di credito, e spesso vanno da 300 a 850. In generale, un punteggio FICO® superiore a 670 è considerato un buon punteggio di credito su questi modelli e un punteggio superiore a 800 è solitamente percepito come eccezionale.

FICO® Score Ranges:

Credit Score che va da 300 a 579 è considerato Insufficiente.

Credit Score che va da 580 a 669 è considerato Discreto.

Credit Score che va da 670 a 739 è considerato Buono.

Credit Score che va da 740 a 799 è considerato Molto Buono.

Credit Score che va da 800 a 850 è considerato Eccellente.

(Fonte Exeperian.com)

Cos’è il VantageScore?

Il punteggio VantageScore è un altro tipo di punteggio di credito comunemente usato dagli istituti di credito.VantageScore è stato sviluppato dalle 3 principali agenzie di credito, tra cui Experian, Equifax e TransUnion.

L’ultimo modello VantageScore 3.0 utilizza un intervallo compreso tra 300 e 850. Un VantageScore sopra 700 è generalmente considerato buono, mentre oltre 750 è considerato eccellente.

VantageScore Ranges:

Credit Score che va da 300 a 549 è considerato Insufficiente.

Credit Score che va da 550 a 649 è considerato Scarso.

Credit Score che va da 650 a 699 è considerato Sufficiente.

Credit Score che va da 700 a 749 è considerato Buono.

Credit Score che va da 750 a 850 è considerato Eccellente.

(Fonte Experian.com)

Cosa fare se non si ha un Credit Score alto?

Una volta raggiunta la soglia di 700/750 punti non avrai problemi ad ottenere dei prestiti. Però però… come ti dicevo prima, appena trasferiti in Usa non si avrà a disposizione un punteggio alto.

Quindi non ti arrabbiare se all’inizio rifiuteranno la domanda per il prestito dell’automobile, perché è così per molti.

Conosco bene la situazione, la frustrazione che si prova, perché purtroppo ci sono passata prima di te. All’inizio abbiamo acquistato il minimo sindacale di tutto: ci siamo ritrovati con l’appartamento spoglio, pochi mobili e monili, io guidavo una macchina molto vecchia, però è andata bene così.

In questi due anni io e mio marito, abbiamo coltivato qualità come la tenacia, la pazienza, la costanza e la resilienza.

Non è facile andare avanti, col bisogno di acquistare cose necessarie e sentirsi dire sempre di no.

Siamo diventati anche più oculati e prudenti in fatto di acquisti. Quante volte al supermarket davanti ad una super offerta ci siamo chiesti: “Ma ci serve davvero?”

Cosa fare se non si ha un Credit Score alto?

L’iter che abbiamo seguito noi è stato aprire un conto in una banca e chiedere una “Secured Credit Card” cioè una carta di credito con un limite basso, in cambio ti verrà chiesto un deposito pari al limite di spesa.

Pagando regolarmente i conti della carta di credito, di mese in mese il punteggio aumenterà e quanto supererai la soglia dei 600/650 punti circa, l’impiegato di banca ti chiamerà e se sarai d’accordo, ti restituiranno il deposito e ti alzeranno il limite, così otterrai anche un bonus di punti. In linea di massima funziona così.

Un altro aspetto da non sottovalutare è raggiungere il limite massimo della carta di credito a lunga andare non va bene, se si va oltre l’85% della soglia limite e non si rientra a fine mese, si perdono punti.

Conosco persone che hanno anche 10 carte di credito, che utilizzano a rotazione e non spendono più del 30% per ognuna.

Quindi, per costruire un buon punteggio di credito, è necessario mantenere l’importo del debito dovuto al di sotto del 30% e idealmente il 10% del limite di credito totale.

Inoltre avere continui conti grossi, tipo mutuo della casa o prestiti a lungo termine e pagarli sempre in tempo, assieme ai conti delle carte di credito.

Mi rendo conto che la mentalità statunitense è dedita al consumismo. E c’è un motivo per cui noi non abbiamo un Credit Score eccellente: non siamo abituati a comprare a rate, spendiamo quando abbiamo denaro a sufficienza.

C’è modo di conoscere il proprio punteggio?

Certo che sì: la Federal Trade Commission garantisce il diritto a tutti i cittadini di sapere il proprio punteggio di credito GRATUITAMENTE una volta all’anno.

Sul sito troverai il modulo da compilare e spedire per posta alla FTC, la quale ti risponderà entro 20 giorni con tutta la storia del tuo credito degli ultimi 18 mesi, senza fare alcuna inquiry.

E’ importante conoscere il proprio Credit Score, perché saprai se è il momento giusto per chiedere un finanziamento oppure no. Ti faccio un esempio:

L’anno scorso facemmo l’errore madornale di andare in concessionaria per acquistare un’auto usata per me, perché il vecchio Beetle era malconcio, ma il nostro Credit Score non era abbastanza maturo. Cosa successe?

Per approvare il prestito, la concessionaria chiese ad almeno tre istituti di credito. Devi sapere che tutte le volte che controllano il tuo punteggio, questa operazione si chiama HARD INQUIRY, perdi circa 8 punti.

Se il prestito viene approvato, ti vengono restituiti gli 8 punti assieme ad una manciata di punti addizionali basati su quanti soldi ti son stati dati in prestito. Sennò ciccia.

Alla fine il nostro prestito non fu approvato e perdemmo un sacco di punti. A saperlo prima non saremmo mai andati in concessionaria a chiedere un prestito.

Esistono anche le SOFT INQUIRY, ovvero quando si controlla il proprio rapporto di credito o si dà il permesso a qualcuno come un potenziale datore di lavoro di rivedere il proprio rapporto di credito, si verifica una semplice richiesta.

Domande frequenti possono verificarsi anche quando le imprese, come istituti di credito, compagnie assicurative o società di carte di credito, controllano il credito per approvare preventivamente le offerte. 

Poiché le richieste software non sono collegate a un’applicazione specifica per un nuovo credito, sono visibili solo sul tuo rapporto di credito.

I potenziali istituti di credito non saranno in grado di vederli (ad eccezione delle compagnie di assicurazione potrebbero essere in grado di vedere le richieste di altre compagnie di assicurazione) e le richieste informative non saranno mai considerate un fattore nei modelli di credit scoring.

Per concludere, sulla base della nostra esperienza, ti consiglio di:

  • Fare domanda per un prestito solo quando ne hai veramente bisogno.
  • Se richiedi un mutuo o un prestito auto, assicurati di fare la spesa in un breve lasso di tempo.
  • Controlla il tuo Credit Score ogni mese, per assicurarti che tutte le richieste che appaiono siano quelle realmente avviate e non potenziali segnali di frode. Si può fare tranquillamente con l’App del cellulare.
  • Adotta misure per gestire altri fattori che sono più importanti per i punteggi di credito, come la cronologia dei pagamenti e il tasso di utilizzo del credito.Paga tutte le bollette in tempo ogni mese e i debiti della carta di credito il più rapidamente possibile.

(Fonte Experian.com / Credit.com)

Photo by rawpixel.com

You may also like

1 comment

Come trovare casa in affitto in Tennessee: la mia piccola guida % 04/09/2018 - 9:48 AM

[…] in affitto, l’azienda per cui lavori debba scrivere tipo delle referenze. O per credit score basso, c’è chi ti chiederà una caparra più onerosa, ma non ti negheranno il contratto di […]

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.